Siamo tutti più ricchi?

20131220-215332.jpg

Il nuovo numero di IL, mensile del Sole24ore uscito giovedì 19 dicembre, oltre ad avere una delle copertine più belle di sempre (quella che vedete in foto), tratta diffusamente di un tema bello complesso: il mondo del 2013, quasi 2014, è più ricco o più povero rispetto a qualche decennio fa?

A questa domanda si può rispondere in due modi. Il primo è seguendo la vulgata che da anni ci viene propinata, secondo la quale globalizzazione, liberalizzazione dei mercati e delle finanze abbiano arricchito una minoranza è impoverito la stragrande maggioranza. Da cui i movimenti we are 99%, e la necessità di tornare a modelli economici già visti e sperimentati.
Oppure c’è la seconda risposta. Che parte dai numeri, citati proprio nell’editoriale di IL firmato dal direttore Christian Rocca.

A livello globale, nel 1990 i super poveri (coloro che vivono con 1,25 $ al giorno) erano 1.9 miliardi (43% del pianeta). Nel 2010 la cifra è passata a 1.2 miliardi: al netto della crescita della popolazione, la percentuale è dimezzata, pari al 21%. Verso il 2030 la cifra è destinata a calare ancora, portando fiori dall’indigenza un altro miliardo di persone.

Poi, è vero, c’è il problema della disuguaglianza. E sempre i numeri sono impietosi: lo 0.7% del mondo possiede il 41% della ricchezza totale. Ancora, il 68% della popolazione mondiale possiede meno di 10.000 $. Cifre indiscutibili.

Insomma, che fotografia ne scaturisce? Quella di un mondo in cui i ricchi sono più ricchi, ma lo stesso mondo in cui i poveri sono incredibilmente sempre di meno (stiamo parlando, lo ricordo, di miliardi di persone). Tutto ciò è frutto di scelte politiche ed economiche ben precise, una volta crollato il muro di Berlino. La vera sfida dei prossimi anni, da parte dei governi e in particolare dei governi di sinistra (o degli aspiranti tali) sarà quello di tutelare il blocco sociale che da sempre ha permesso la modernizzazione, lo sviluppo e l’aumento del benessere: la middle-class. Per evitare che, lei sì, diventi sempre più povera in un mondo sempre più ricco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...