Tsipras e le preferenze

Non mi voglio soffermare sulla composita formazione che anima la lista pro-Tsipras né sul fatto che alcuni sondaggi la collochino coraggiosamente sopra la soglia di sbarramento. Il punto che mi interessa invece è il fatto che un’eventuale voto dato ai nomi ‘pesanti’ della lista non eleggerà direttamente loro ma, come spiegato da Barbara Spinelli, porterà in Parlamento EU persone ‘più qualificate’. In altre parole lei, Moni Ovadia e tutti gli altri si dimetteranno subito dopo essere stati eletti per fare posto ad altri più competenti ma incapaci evidentemente di raccogliere voti.

Non c’è niente di male a fare i catalizzatori di voti eh! Però messa così sembra un po’ un trucchetto da vecchia politica. Insomma non il migliore dei biglietti da visita per chi si propone di sostenere una candidatura fortemente alternativa e innovativa come quella di Tsipras. E con buona pace del rapporto diretto elettore-eletto di cui tanto si è parlato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...